Chi Siamo

Castello di Zumelle
La “Civitas Zumellarum” nasce ufficialmente nel Luglio del 2004 attraverso un percorso formativo organizzato in collaborazione con il CERS, mediante il quale un gruppo eterogeneo di appassionati ha avuto modo di conoscersi e di conoscere il mondo delle rievocazioni storiche. Da questa esperienza è nata la volontà di ricreare un frammento di storia locale andato perduto.

L’obiettivo che il nostro gruppo si pone è la ricostruzione degli ambienti e la rievocazione delle scene di vita all’interno delle mura di un castello del XIII° secolo. L’associazione si occupa anche della promozione dell’immagine del Castello di Zumelle, tra le altre cose partecipando all’organizzazione della secolare “Fiera della Perdonanza” che si svolge nel mese di Luglio.

L’evento, iscritto al CERS, è la principale manifestazione a cui il gruppo si dedica durante l’anno mediante l’attività di ricerca e ricostruzione quanto più fedele possibile di oggetti, vestiario e attività quotidiane riguardanti la prima metà del XIII° secolo, oltre la quale il castello viene definitivamente distrutto e perde la sua importanza strategica e militare.

Il gruppo è attualmente composto da 14 persone e si avvale anche della collaborazione di altri artigiani ed esperti esterni.

Dal 2004 ha organizzato in collaborazione con altri gruppi storici, eventi quali la Fiera della Perdonanza e la rievocazione dell’Assedio del 1197, ed partecipato alla manifestazione “Alla Corte Caminese” di Vittorio Veneto, al Palio di Legnano, ed a molti altri piccoli eventi quali mostre dell’artigianato e fiere locali.

Prossimi Eventi

  • Nessun evento previsto =)

Area Riservata

Login
| Agli associati si ricorda di effettuare il Login, per poter accedere all'area riservata e avere l'accesso completo a tutte le aree del sito. |


Testi ed immagini presenti su questo sito sono di proprietà dell'Associazione di Promozione Sociale "Civitas Zumellarum" © 2002/2015
Leggi internazionali vietano la riproduzione, anche parziale, della grafica e dei testi senza un'esplicita autorizzazione.